Vai a sottomenu e altri contenuti

I volontari della protezione civile: una bella e importante realtà in Marmilla

Numero: 6 Data: 06/05/2021 09:00 Categoria: Società

E' cresciuto l'impegno dei sei gruppi di protezione civile con l'avvento della pandemia

150 angeli del soccorso e del pronto intervento in Marmilla

Il servizio è gestito dall'Unione di comuni

Centocinquanta volontari pronti a intervenire in un territorio di diciotto comuni in situazioni d'emergenza, ma anche a tendere la mano a chi ha bisogno.

Per gli oltre 24 mila abitanti dell'Unione di comuni ''Marmilla'' ci sono circa 150 angeli del soccorso delle 6 associazioni di protezione civile, dislocate in altrettanti comuni. Uomini e mezzi, che rappresentano una garanzia di sicurezza per le comunità locali, impegnati nei servizi antincendio , ma anche nella prevenzione e negli interventi contro il rischio idrogeologico, per citare solo alcune delle loro attività.

Un servizio gestito in maniera associata dalla stessa Unione ''Marmilla''.

<Lavoro e impegno cresciuti nell'ultimo anno con i mille problemi, le mille esigenze e le mille difficoltà create dal dilagare della pandemia anche nel nostro territorio>, ha detto Alessio Ortu, responsabile del servizio di protezione civile dell'Unione, che ha aggiunto assieme al presidente dell'Unione Marco Pisanu: <Il nostro auspicio è la nascita di un gruppo di protezione civile, la dove possibile, in ogni comune o di gruppi intercomunali>. Pisanu si è poi rivolto ai volontari: <Il nostro grazie va a tutti, in maniera incondizionata: per noi siete un importante braccio destro, del quale i nostri comuni, ma anche la nostra Unione non possono più fare a meno>.

tamponi segariu

( I volontari impegnati nello screening anti-Covid a Segariu)

I GRUPPI Sono sei i gruppi di protezione civile nella Bassa Marmilla per circa 150 volontari e una media di 25 componenti per gruppo. A Ussaramanna ''Valenza Marmilla'' e a Tuili il gruppo comunale, diretti rispettivamente da Alessandro Zedda e dal sindaco Andrea Locci. A Barumini ''Il Samaritano'' coordinato da Carlo Serra. Poi i gruppi di protezione civile di Villanovafranca, Villamar e Segariu con i presidenti Gianni Follesa, Rita Podda e Giuseppe Putzu.

alluvione barumini

(L'intervento dopo il nubifragio di Barumini dell'agosto 2018)

SERVIZI E MEZZI Il responsabile della protezione civile dell'Unione ''Marmilla'' ha riferito: <I volontari lavorano sostanzialmente in due settori, antincendio boschivo e operatività speciale. In quest'ultimo rientra anche il rischio idrogeologico, la ricerca di persone scomparse e il supporto all'organizzazione e alla gestione di manifestazioni ed eventi pubblici>. Poi c'è l'affiancamento all'emergenza sanitaria, <impegno cresciuto nell'ultimo anno con il dilagare del Covid-19 anche nei comuni del nostro territorio>, ha sottolineato Ortu, <impegno che prima non rientrava ufficialmente nei compiti della protezione civile. Ma ora il generale Francesco Paolo Figliolo, nuovo commissario nazionale per l'emergenza Covid-19, ha concesso anche ai gruppi di protezione civile la possibilità di occuparsi dell'emergenza sanitaria>. La protezione civile dell'Unione Marmilla può contare anche su un parco mezzi. Sei pick-up sono stati concessi alle compagnie barracellari del territorio per il servizio di antincendio boschivo e l'operatività speciale, mentre ognuno dei sei gruppi di protezione civile ha un mezzo proprio e tutti sono dotati di idrovore, attrezzature per la logistica e tende da campo.

ricercadisperso

(La ricerca di un disperso)

L'IMPEGNO Proprio il repentino e sconvolgente ingresso del Coronavirus anche nel vivere quotidiano dei cittadini dei diciotto paesi della Marmilla ha richiesto un impegno maggiore dei volontari della protezione civile. <Si sono occupati di mille emergenze e necessità>, ha ricordato Alessio Ortu, <la consegna di pasti a domicilio, ma anche di medicinali e della spesa, così come del trasporto di molti pazienti per le visite mediche negli ospedali e in altre strutture sanitarie e, negli ultimi mesi, degli anziani nelle sedi individuate per i vaccini contro il Covid>. Aiuti importanti in molte comunità locali, forniti col supporto e la collaborazione delle compagnie barracellari. Mille e piccoli gesti, che diventano risposte importanti per i cittadini più fragili, per le persone sole, per gli ultimi. <Anche per questo, così come per tutti gli altri servizi, i gruppi di protezione civile sono diventati molto importanti nel nostro territorio>, ha commentato Ortu, <una forza lavoro non indifferente, che in alcuni casi sostituisce le carenze di personale della pubblica amministrazione>.

segariuscreening

(La protezione civile impegnata nello screening a Segariu)

IL FUTURO Oramai la stagione estiva è alle porte. E per i volontari di protezione civile della Marmilla si avvicinano i mesi caldi della lotta agli incendi, una piaga purtroppo ancora presente anche nel territorio e che ogni anno mette a rischio il grande patrimonio ambientale di questa zona interna, ma anche, in alcuni casi, la sicurezza dei cittadini e delle comunità locali. Impegno, che anche nell'estate 2021 i sei gruppi sono pronti ad affrontare con senso del dovere, dedizione e senza mai risparmiarsi. Ma il servizio di protezione civile dell'Unione ''Marmilla'' ha altri obiettivi. <Avevamo presentato un progetto alla regione per una grande esercitazione di protezione civile nel nostro territorio chiamato Marmilla 2020, ma poi tutto si è fermato per la pandemia. Speriamo di poterlo realizzare nel corso di quest'anno o il prossimo anno. Un altro nostro obiettivo è la realizzazione di una rete di telecomunicazioni d'urgenza, sempre di concerto con la Regione>, hanno annunciato Ortu e il presidente Pisanu, che poi hanno formulato un auspicio: <Che il maggior numero di comuni possibile abbia un gruppo di protezione civile, soluzione ideale anche la nascita di nuovi gruppi intercomunali a disposizione di centri vicini, finora scoperti da questo servizio>. Il presidente dell'Unione ha chiuso: <La vita spesa per il volontariato e per aiutare gli altri è sempre una vita spesa nel migliore dei modi>.

genurialluvione

(I volontari dopo una pioggia torrenziale a Genuri a settembre 2020)

A chi rivolgersi

A chi rivolgersi - Referente
Ufficio/Organo: Presidente
Referente: Antonio Pintori
Indirizzo: Via Carlo Felice n. 267 - Sanluri
Telefono: 0709307050  
Fax: -
Email:
Email certificata: unionecomunimarmilla@legalmail.it
Scheda ufficio: Vai all'ufficio
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto